Il post parto è un momento molto delicato. Finalmente, dopo mesi, la madre ha dato alla luce la creatura che aveva tanto atteso e di cui ora dovrà prendersi cura in modo completo. Proprio per questo il post partum è un periodo emozionante, ma anche difficoltoso.

Dubbi, sacrifici, sensazione di inadeguatezza possono affliggere i neo genitori, e soprattutto la madre. Così diventa importante prendersi cura del suo benessere, in modo da riequilibrarsi facilmente e godersi al meglio le prime esperienze con il proprio bambino. Ed è in questa fase che diventa molto utile l’approccio Ayurveda per la cura della madre.

Il post parto e la creazione di una nuova famiglia

Le prime ore e i giorni successivi al parto sono un periodo cruciale non solo per il bambino, ma anche per la nuova famiglia che si è venuta a creare. Se infatti durante la gravidanza inizia a costruirsi un primo legame tra padre, madre e bambino, è solo dopo il parto che tutto si concretizza, dando il via alla vera vita di famiglia.

La società e la nostra cultura ci impongono un’immagine felice, spensierata e serena di questa fase, ma le cose non stanno sempre così. Soprattutto per una madre, il momento del post parto è assai più impegnativo della gravidanza, e se da un lato è vero che il bambino porterà felicità e unione alla coppia, dall’altra parte è altrettanto difficile trovare subito un equilibrio e una sintonia familiare che renda tutti ugualmente sereni e contenti. Se a questo aggiungiamo i ritmi veloci e frenetici della società, la costruzione di una nuova famiglia potrebbe sembrare ancora più difficile.

A volte ci vogliono giorni, settimane e persino mesi per capire come soddisfare le esigenze del proprio bambino. Questo succede perché il neonato inizia a percepire per la prima volta il corpo al di fuori dell’utero, e deve quindi imparare tutto di sé e del mondo.

In questa fase, il neonato ha bisogno soprattutto della sua mamma, del suo seno e del suo latte per nutrirsi e del contatto fisico per percepire calore e sicurezza. Tutto questo mentre la madre è soggetta a una serie di cambiamenti importanti che la portano dallo stato gravidico a quello puerperale e che la possono provare fisicamente, emotivamente e spiritualmente.

Questi sono quei 40 giorni che in India vengono chiamati Sutika Kala, e che prevedono una speciale cura della madre e del bambino.

La cura della madre nel post-parto secondo l’Ayurveda

In Ayurveda, il momento successivo al parto è un momento sacro tutto votato alla cura del bambino e della neo mamma.

Si chiama anche Sutika Paricharya e consiste in una forma di assistenza e cura che vuole aiutare la madre a recuperare le energie per prendersi cura al meglio del suo bambino.

Durante questo periodo, le madri devono seguire una serie di pratiche.
Anche se ci possono sembrare molto lontane dalla nostra cultura e dal nostro modo di vivere, prendere alcune di queste regole come consigli e spunti può sicuramente tornare utile per affrontare un momento delicato come quello del post parto.

L’importanza del riposo: secondo l’Ayurveda, la madre deve cercare di dedicarsi il più possibile al riposo. Il suo unico impegno deve essere quello di adattarsi ai nuovi ritmi del bambino e di prendersi cura di lui. Sarà quindi necessario l’aiuto dei familiari per occuparsi della casa e dei pasti.

Creare un ambiente positivo: la madre dovrà essere circondata da ambienti rilassanti, confortevoli e concentrarsi solo su pensieri positivi. In questo modo anche il neonato ne assorbirà gli effetti.

Fare massaggi Abhyangam: già una settimana dopo il parto è possibile dedicarsi a delle sedute di massaggio Abhyangam, un massaggio ayurvedico che parte dalla testa e interessa tutto il corpo. Il tutto effettuato con olio caldo al sesamo e insistendo nella parte centrale del corpo, per aiutare l’utero e gli altri organi a tornare alle loro dimensioni e posizioni originali. Il massaggio può essere effettuato delicatamente anche al bambino, in modo da migliorare il legame con la madre e aiutarlo a percepire meglio il suo corpo.

Cercare calore e riparo dal freddo: secondo la tradizione ayurvedica, è consigliato fare un bagno di acqua calda ogni giorno e mettersi al riparo dai malanni di stagione tenendosi al caldo, soprattutto se il parto è avvenuto in inverno.

Nutrirsi in modo leggero e nutriente: dopo il parto è facile avere squilibri anche a livello dello stomaco. Per questo è bene mangiare regolarmente e privilegiare cibi leggeri e semi liquidi, oltre che preparati caldi a base di erbe nutritive, calmanti e digestive.

Seguendo anche solo alcune di queste pratiche, magari con l’aiuto di un esperto, la madre gioverà senza dubbio di un ritrovato clima di serenità, recuperando parte delle energie necessarie per crescere una nuova vita.

Ringraziamo il Dott. Victory Craxi per l’interessante seminario “Ayurveda nel dopo parto”.

I commenti sono chiusi.